top of page

Attrezzatura per il Carpfishing: Capitolo 2

Capitolo 2

Attrezzatura per la cura del pesce


L’etica del carpfishing prevede in primo luogo il massimo rispetto per il pesce, ci sono dunque delle attrezzature che ci consentono di trattare il pesce in maniera sicura.


  • Guadino:

Il guadino è lo strumento che ci permette di trattenere il pesce prima di portarlo fuori dall’acqua, è necessario che questo sia di misura adeguata ad ospitare anche carpe di grossa taglia, le sue maglie devono essere fitte in modo tale da non rovinare squame e pinne del pesce.



  • Sacca di mantenimento:

Qualora decidessimo di trattenere il pesce per un periodo più lungo, in caso di un bell’esemplare catturato di notte e che quindi preferireste fotografare con la luce del giorno, è fondamentale trattenere la carpa in un’apposita sacca e soprattutto della giusta dimensione. Una volta posto al suo interno il pesce legate la sacca in acqua, possibilmente dove la profondità supera il metro e lontana da eventuali ostacoli su cui il pesce potrebbe ferirsi.

È buona pratica utilizzare questa sacca per qualsiasi spostamento del pesce poiché il guadino potrebbe comunque rovinarlo.

NB: non trattenere mai in sacca un amur (carpa erbivora) poiché molto più fragile, al vostro risveglio mattutino molto probabilmente troverete il pesce morto.



  • Materassino o culla:

Nel momento in cui il pesce sarà mantenuto fuori dall’acqua adagiarlo su di un piano morbido ed accogliente è molto meno dannoso che gettare il pesce su sassi e terra o ancora peggio su del cemento/asfalto bagnato.

Munitevi quindi sempre di un materassino o di una culla su cui posare il pesce ed assicuratevi che rimanga ben bagnato durante tutto il tempo che resterà fuori dall’acqua.

Mentre farete le foto mantenete sempre la culla sotto poiché il pesce potrebbe agitarsi e scivolarvi di mano.



  • Disinfettante:

Prima di rilasciare il pesce è buona pratica controllare che non abbia subito danni alle pinne e/o alle squame, in tal caso utilizzate l’apposito disinfettante ponendolo sulla zona lesa.

Disinfettate poi la sede di puntura dell’amo così da facilitarne la guarigione.


Come specificato in più punti all'interno di questa breve lista di attrezzatura, l'attenzione verso il benessere del pesce deve essere centrale in qualsiasi operazione svolta.

Il nostro coniglio è e sempre sarà quello di utilizzare prodotti di qualità, di marchi conosciuti e che garantiscano al pesce di tornare in natura nel modo meno stressante possibile.

22 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page